Zara e Carrefour (e altri) entrano nel mondo delle criptovalute

La startup  Eurocoinpay ha annunciato la possibilità di acquistare nei negozi Zara (inizialmente in Spagna) usando Bitcoin, Litecoin, Ethereum, Dash, Cardano, NEM, Ripple, IOTA, Tron e Monero. L’azienda spagnola lancerà a breve, entro un mese, anche la sua carta di debito e il suo Eurocoin Token.

Non solo Zara

L’iniziativa riguarderà non solo il popolare marchio di abbigliamento, ma anche Decathlon, Carrefour, ToysRus, Repsol e altri. Previsto anche il lancio della carta di debito Eurocoinpay, che costerà 20 euro annui e permetterà di effettuare i propri acquisti in maniera ancora più semplice. Il token è attualmente acquistabile sul sito ufficiale al costo di 50 centesimi di euro ad unità. Sono previste anche gift card utilizzabili in vari store. E’ attualmente in corso una ICO per questo progetto, e vi terremo aggiornati su ulteriori sviluppi futuri.

Un timing non proprio azzeccato

L’annuncio arriva in un momento non proprio favorevole per Bitcoin e per tutte le altre criptovalute: un calo del 50% del prezzo, dall’inizio dell’anno. Va però notato che il più recente trend ribassista in area crypto (per intenderci, quello di stanotte) ha visto anche la ancora più marcata discesa degli indici azionari di tutto il mondo. In ogni caso, sebbene la notizia arrivi “in controtendenza”, e quindi non esattamente in un momento di euforia nei confronti delle criptomonete, risulta in ogni caso interessante, e contribuisce ad incoraggiare l’uso non speculativo delle crypto, unica possibilità reale di vedere crescere realmente questo mercato e aumentare l’utilizzo per transazioni POS o shopping online.

Nel frattempo Carrefour lancia la Blockchain di IBM

Per la tracciabilità dei propri prodotti, cibo in particolare, Carrefour utilizzerà la Blockchain di IBM. Anche questo un passo importante per la diffusione di questi strumenti in ambiti commerciali e nella grande distribuzione. La foto qui sotto è alquanto esplicativa (il primo pollo su blockchain?).


Il Segretario Generale di Carrefour, Laurent Vallée, ha dichiarato:

“Essere un membro fondatore della piattaforma IBM Food Trust è una grande opportunità per Carrefour di accelerare e ampliare fortemente l’integrazione della tecnologia blockchain con i nostri prodotti per fornire ai nostri clienti una tracciabilità sicura e inequivocabile. Questo è un passo decisivo nella diffusione di Act for Food, il nostro programma globale di iniziative concrete a favore dell’evoluzione alimentare”

Conclusioni: BAKKT e ETF o adozione di massa?

Mentre si attende l’avvio del BAKKT e l’ennesima pronuncia sugli ETF (tutti strumenti speculativi rivolti principalmente ai grandi investitori istituzionali), iniziative come quelle sopra citate si muovono, invece, in una direzione diversa, cercando di diffondere questa tecnologia per gli acquisti quotidiani di beni e servizi. Sicuramente l’arrivo di grandi investitori potrà essere una buona opportunità per far lievitare il prezzo di BTC e altcoin, nel breve periodo, ma solo la diffusione delle crypto come strumento di pagamento potrà davvero far esplodere questo tipo di tecnologia.


Fonti
Cryptovibes: https://www.cryptovibes.com/crypto-news/buy-in-zara-or-el-corte-ingles-and-pay-with-bitcoins-thanks-to-spanish-startup/
Eurocoinpay: https://eurocoinpay.io/
Breaking Tech: https://breakingtech.it/tracciare-alimenti-blockchain-possibile-ibm-carrefour/

Sviluppatore software professionale dal 2006, appassionato di crypto dal 2013, attualmente impegnato, tra le altre cose, nello sviluppo di coinrush.it

  • 1
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  

Acquista Bitcoin Matrix Shirt su Amazon





Post nella categoria: Crypto News - Tag: / / / / / / / / / /
Pubblicato il 11-10-2018

Lascia un commento