Vitalik Buterin: “troppa enfasi” sugli ETF, ma priorità è l’effettiva diffusione

Vitalik Buterin, creatore di Ethereum, afferma che si è posta troppa enfasi su complessi strumenti finanziari come gli ETF (Exchange Traded Fund) e le attività speculative nel mondo delle crypto, trascurando l’effettivo utilizzo di criptomonete per pagamenti e acquisti di tutti i giorni. Troppa speculazione e troppo poco utilizzo per normali transazioni, insomma, secondo il boss di Ethereum.

Vitalik Buterin – fondatore di Ethereum – fonte twitter.com

Bitcoin ETF: una spinta nel breve periodo

L’eventuale creazione di ETF su Bitcoin o Ethereum, porterebbero solo ad un temporaneo rialzo dei prezzi delle crypto, ma non avrebbero sostanziale utilità nel lungo periodo. Questo secondo quanto affermato oggi da Vitalik

“Credo ci sia troppa enfasi sugli ETF di BTC/ETH/altro, e non abbastanza enfasi nel rendere più semplice per la gente comprare da 5 a 100 $ in criptomoneta tramite carte (di debito) al negozio sotto casa. La prima delle due [ETF] è più adatta a far crescere il prezzo, ma la seconda è più importante per l’effettivo utilizzo (delle criptomonete)” traduzione dell’Autore

L’hype sugli ETF intanto prosegue

La richiesta dei fratelli Winklevoss per la creazione di ETF su Bitcoin è stata respinta per la seconda volta dalla SEC (Security Exchange Commission), ma nonostante questo molti prevedono che a breve verrà dato l’ok dall’autorità statunitense, con conseguente semplicità di utilizzo da parte degli investitori istituzionali (fondi di investimento). Sicuramente una notizia del genere farebbe crescere il valore di Bitcoin e delle altre criptovalute, nel breve periodo, portandone il prezzo, secondo alcune previsioni, fino a 50.000 $ per BTC. Ma si tratta pur sempre di ipotesi, basate tra l’altro su un evento il cui avverarsi non è nemmeno certo, anche se abbastanza probabile.

I gemelli Winklevoss – Immagine da Wikipedia

Limiti alla diffusione di massa delle criptomonete

Sicuramente, come affermato da Buterin, le criptomonete sono attualmente usate più per fini speculativi che come strumento di acquisto di beni e servizi. Ciò avviene per una serie di caratteristiche di Bitcoin (e di tutte le altre altcoin) che hanno indirettamente favorito questo tipo di utilizzo (a fini speculativi) rispetto ad acquisti online e offline:

  • l’eccessiva volatilità del prezzo di BTC e i suoi forti rialzi nel tempo, possono scoraggiare ad un utilizzo legato allo shopping e incoraggiare l’accumulo e la speculazione
  • il passaggio da criptomoneta a moneta fiat è l’aspetto che spesso si rivela il più complesso da gestire
  • la scarsa (e spesso inadeguata) informazione su questa innovazione non consentono una percezione corretta dei rischi e benefici coinvolti
  • la tecnologia legata al mondo crypto-economico è ancora nella sua fase embrionale, e la semplicità d’uso andrà ulteriormente migliorata, se si vogliono raggiungere più utenti

Sviluppatore software professionale dal 2006, appassionato di crypto dal 2013, attualmente impegnato, tra le altre cose, nello sviluppo di coinrush.it

  • 18
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  

Acquista Sapphire Pulse Radeon RX570 8 Gb a 299 €





Post nella categoria: Crypto News - Tag: / / / / / / / / / / /
Pubblicato il 31-07-2018

Lascia un commento