Recensione scheda madre Gigabyte GA-B250-FinTech

In arrivo da Gigabyte una nuova Motherboard dedicata al mining

Dopo che AsRock e Asus avevano già provveduto a creare schede madre appositamente dedicate al mining, ora è la volta di Gigabyte, che, per la prima volta, sta per lanciare una prodotto espressamente concepito per minare altcoin (in passato le motherboard prodotte erano ufficialmente destinate al gaming).

12 PCIe Schema
Schema della scheda – dal sito del produttore gigabyte.com

Fino a 12 GPU supportate, 3 alimentatori utilizzabili

Questo prodotto si avvicina, per fascia di prezzo e caratteristiche, alla AsRock H100 ProBTC+, che supporta 13 schede video. La possibilità di espandere il proprio rig fino a 12 schede, consente infatti un notevole risparmio a chi volesse, nel tempo, ampliare il numero di GPU ad un numero superiore alle 6, che sono quelle finora supportate dai rig più diffusi. La scheda, infatti, supporta nativamente 12 slot PCIe. Potendo alloggiare il doppio delle schede video, si dimezza il costo di schede madri, memorie RAM, processori, rack, storage, etc. E’ inoltre possibile collegare fino a 3 PSU (alimentatori), grazie all’apposito cavo adattatore 3 in 1, in modo da poter alimentare anche le schede video che consumano più watt (in particolare, tutte quelle con architettura nVidia, come le RX 1080).

Bios evoluto e altamente configurabile

Il bios fornito a corredo offre, tra le varie funzionalità, l’utilissimo mining mode, una singola impostazione, che, quando abilitata, va a settare tutti i parametri in maniera ottimale per minare, semplificando notevolmente la configurazione.
E’ inoltre possibile, sempre tramite Bios, e quindi prima di avviare il sistema operativo, settare una serie di trigger relativi al comportamento delle ventole in base alle temperature rilevate dai vari sensori, per massimizzare la performance o ridurre il rumore. E’ anche prevista la possibilità di caricare e scaricare le proprie configurazioni bios personalizzate, per consentire una più facile gestione dei diversi setup.

Bios - Mining mode
Immagine dal sito del produttore – gigabyte.com

Altre caratteristiche tecniche pensate per il mining

La porta Realtek Gbe LAN, tramite apposito software cFosSpeed, consente di ottimizzare le prestazioni di rete, specie in uno scenario in cui numerosi rig siano simultaneamente connessi, evitando fastidiosi lag, congestioni e rallentamenti. Tra le numerose caratteristiche, abbiamo la presenza dei pulsanti di accensione/spegnimento direttamente sulla scheda (utile visto che i rig sono assemblati senza un case e quindi senza i relativi pulsanti). Altra caratteristica da sottolineare è la presenza di apposite luci led che segnalano in maniera immediata un malfunzionamento di CPU, RAM, VGA, BOOT. Gigabyte ha pensato davvero a tutto, mettendo a disposizione anche dei pin ibridi per le ventole, che consentono di collegare ventole di ogni tipo, anche quelle con liquido di raffreddamento (watercooling). Per concludere, l’azienda ha perfino brevettato un apposito sistema di blocco dei connettori delle GPU, per rendere più stabile possibile, dal punto di vista meccanico, l’attacco delle schede.

Hybrid Fan Pin Header
Hybrid Fan Pin – dal sito del produttore gygabyte.com

Per un elenco dettagliato di tutte le caratteristiche tecniche, è possibile visitare il sito del produttore.

Considerazioni finali

La scheda madre B250-Fin Tech si pone al vertice dell’hardware dedicato al mining, insieme alle periferiche già offerte dalla concorrente AsRock (H110 ProBTC+), nei confronti della quale non sfigura affatto, offrendo, anzi, più funzionalità espressamente pensate per questa nicchia di mercato, mantenendo un prezzo leggermente più basso. Il problema principale, in realtà, è il progressivo aumento del costo delle schede video (sia AMD che nVidia), che rende sempre più dispendioso il setup di un rig “full-stack”. Va inoltre considerato che un rig a 12 GPU può presentare problemi di tipo software, sia lato Windows che lato Linux, per la gestione in contemporanea di tutte le schede (vedi quanto già rilevato per la H100 Pro BTC+). Se, da un lato, Windows ha difficoltà a gestire più di 8 schede video dello stesso tipo (AMD o nVidia), dall’altro lato Linux, al contrario, riesce a gestire contemporaneamente solo schede con la stessa architettura e non contempla rig “ibridi”. Queste criticità non sono risolvibili a livello hardware e richiedono in ogni caso una adeguata preparazione tecnica e testing sul campo da parte dei miner acquirenti. Lascia perplessi solo l’implementazione di audio in HD realistico, dedicato al gaming, che sembra stonare su un prodotto rivolto ad altro tipo di acquirenti. Da un lato, questa caratteristica rende la scheda appetibile anche per il gaming, ma dall’altro tende ad alzare il costo finale, offrendo una caratteristica non necessaria per il mining. Va detto, però, che questa caratteristica può tornare utile nel caso in cui si volesse rivendere l’hardware, rendendolo appetibile anche a utenti non interessati al mondo crypto.

 

Gigabyte GA-B250-Fin Tech

€ 169,90
6.5

prezzo

6.0/10

performance

7.0/10

funzionalità

8.0/10

reperibilità

5.0/10

Pro

  • dedicata al mining
  • bios evoluto
  • funzionalità esclusive

Contro

  • difficile reperibilità
  • audio HD poco utile

Sviluppatore software professionale dal 2006, appassionato di crypto dal 2013, attualmente impegnato, tra le altre cose, nello sviluppo di coinrush.it

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Acquista Libro Bitcoin su Amazon





Post nella categoria: Mining - Tag: / / / /
Pubblicato il 12-02-2018

Lascia un commento